VELLUTATA DI ZUCCA CON AMARETTI,  SEMI E CANNELLA

La zucca è probabilmente l’ortaggio più rappresentativo dell’autunno: il suo caratteristico colore arancione ricorda quello dei tappeti di foglie cadute dagli alberi. L’idea di fare una vellutata di zucca è stata immediata. È molto buona in primis poi è un alimento dalle molte proprietà.

Non tutti lo sanno eppure la zucca, che abbiamo descritto come uno degli ortaggi protagonisti dell’autunno, è un toccasana per il nostro benessere. Ricca di fibre, contiene il mannitolo, una sostanza con effetto lassativo, che consente di depurare l’organismo. Oltre a questo, ha anche altre numerose qualità, è ricca di antiossidanti, favorisce la sazietà, è poverissima di calorie e contiene calcio, fosforo, pro-vitamina A e un buon contenuto di amminoacidi. Come se questo non fosse sufficiente uno studio pubblicato sulla rivista Chemistry and Industry afferma che la sua polpa avrebbe addirittura la capacità di riparare le cellule pancreatiche danneggiate dal diabete tant’è che si prevede che in futuro un estratto di zucca possa essere utilizzato come sostituto della terapia farmacologica.

Piccola postilla, via libera anche a quella surgelata, che mantiene quasi del tutto i valori nutrizionali e si apprezza per la praticità, riducendo i tempi di preparazione delle ricette.

Zucca

Questa ricetta è pensata per 4 persone.

Ingredienti:

Zucca (polpa) [Zucca mantovana]           500 g

Brodo (di verdure)                                       ½ l

Scalogno                                                        1

Olio EVO                                                       4 cucchiai

Amaretti                                                         4

Semi di zucca                                                15 g

Cannella                                                         q.b.

Sale                                                                  q.b.

Pepe                                                                q.b.

Abbiamo pensato ad una bella ricetta che, senza utilizzare la panna burro o patata rimane in ogni caso molto gustosa.

L’autunno inoltrato è il periodo più indicato tra tutti per la zucca. Questo ortaggio mi ha sempre colpito e, ve lo anticipo, il suo abbinamento con la cannella è qualcosa di spettacolare. Personalmente mi è sempre sembrato un abbinamento quasi scontato quello con la cannella però ho capito, quando l’ho proposto e fatto assaggiare a Nada e a Gabriella, che aveva qualcosa di incredibile.

Le creme e le vellutate di verdure, come la vellutata di porri o quella di carote, sono piatti nutrienti e allo stesso tempo delicati, personalmente mi danno sempre un ricordo di casa.

Già i ricordi. Ho visto in questi giorni il video di un personaggio molto conosciuto: Marco Montemagno.

In questo video racconta come i ricordi nascano nella giovane età perché ci si trova per le prime volte a far fronte a numerose avversità. Dal canto mio invece posso anche godere di una rinascita in quel senso. Nonostante essa derivi da eventi traumatici, mi regala in continuazione la possibilità di crearmi dei nuovi ricordi! Lo ammetto, spesso non è una situazione piacevole ritrovarsi a fare qualcosa che si conosceva nei minimi dettagli ma che ora risulta come sconosciuta. Della mia vita precedente ho perso molti ricordi per fortuna però ho la possibilità di crearne di nuovi e il lato positivo è che ora saranno meglio strutturati di quelli vecchi. Bisogna sempre saper leggere il positivo, anche nelle situazioni più avverse.

Iniziamo con questa semplice ricetta. Cominciate lavando bene la zucca e preparatela per diventare il piatto in cui servire la vellutata tagliando via la parte superiore della stessa e scavandola all’interno.

Con i ritagli ottenuti dalla zucca, ma anche con altra zucca se necessario, tagliatela a cubi. Mondate lo scalogno, affettatelo e cuocetelo qualche minuto con i 4 cucchiai di olio EVO. Allo scalogno aggiungete la zucca, il brodo e mantenetene la cottura per circa 20 minuti fino a quando la zucca risulterà tenera. Fuori dal fuoco frullate la zucca assieme allo scalogno con un mixer a immersione. Versate la vellutata dentro la zucca e servitela calda, accompagnata a piacere con qualche fogliolina di salvia spezzettata a mano, una macinata di pepe, amaretti sbriciolati e semi di zucca.

Personalmente sono un fan della zucca, adoro il suo sapore dolciastro, essendo anche un fanatico del cioccolato bianco 😉 Questa ricetta poi, dovendo lavorare su ricette tendenzialmente light ma comunque gustose mi è sembrata davvero perfetta! È una ricetta velocissima da fare ed in più, con l’abbinamento di cannella e amaretti raggiunge un livello di bontà che non pensavo raggiungibile.

La cannella. A me non piace la cannella ma il suo matrimonio col sapore dolce, tipico della zucca, trasporta il valore di questa ricetta molto semplice a livelli insperati. Questa ricetta poi, se escludiamo il desiderio di servirla all’interno della zucca stessa, è fattibile pure in pausa pranzo oppure può essere preparata con un giorno d’anticipo facendola per i giorni successivi e di volta in volta completandola, da calda, con gli amaretti, i semini di zucca e, per l’appunto, la cannella.

La video ricetta la potete trovare QUI.