Rimedi per la congiuntivite allergica

L’arrivo della primavera, rappresenta per molti il ritorno di un fastidioso problema: l’allergia ai pollini.
Si calcola, infatti, che dal dieci al quindici % della popolazione italiana sia colpita da fenomeni allergici.

Una delle principali manifestazioni dell’allergia ai pollini è la congiuntivite allergica

Le allergie agli occhi rappresentano una condizione comune a molti che si verifica quando gli occhi reagiscono a sostanze irritanti in questo caso i pollini.
In seguito al contatto con l’allergene l’organismo produce degli anticorpi IgE che a loro volta stimolano i mastociti,speciali cellule presenti nella mucosa oculare a produrre istamina e altre sostanze responsabili delle reazioni allergiche.
Le conseguenze sono bruciore, lacrimazione intensa, prurito,arrossamento, fotofobia cioè intolleranza alla luce e a volte anche gonfiore palpebrale.

La congiuntivite di origine allergica a differenza di quella virale o batterica non si trasmette da persona a persona e non è caratterizzata da secrezione purulenta.
Inoltre l’arrossamento e il prurito sono di solito bioculari cioè interessano entrambi gli occhi e sono spesso accompagnati da intensa lacrimazione.

rimedi-per-congiuntivite-allergica

Alcuni semplici rimedi per la congiuntivite allergica

Limitare il contatto con gli allergeni
La chiave principale per il trattamento delle fastidiose allergie consiste nell’evitare o limitare il contatto con gli allergeni: se si sa di essere allergici ai pollini sarebbe bene evitare di stare tanto all’aperto nel momento in cui la presenza dei pollini è maggiore (in genere a metà mattina, primo pomeriggio e nelle giornate ventose).

Usare occhiali da sole
All’aperto poi si consiglia l’uso degli occhiali da sole che aiutano a impedire che il polline possa entrare nell’occhio.

Sbattere frequentemente le palpebre
Aiuta a inumidire gli occhi e ad allontanare gli allergeni.

Evitare di strofinarsi gli occhi
Lo strofinamento degli occhi a seguito del prurito è una reazione naturale ma sarebbe il più possibile da evitare in quanto strofinare peggiora la reazione allergica dovuta all’effetto fisico sui mastociti, che induce a liberare più istamina come risposta immunitaria.

collirio

Se però questi semplici accorgimenti non bastano, ci sono diversi rimedi naturali che possono essere molto utili.

L’eufrasia è da tempo definita “l’erba degli occhi” questo grazie alla sua spiccata attività lenitiva, antinfiammatoria e antiallergica.
Perfetta quindi in caso di congiuntiviti allergiche ma molto utile anche per decongestionare occhi e palpebre in caso di congiuntiviti infettive o orzaiolo.

Si può utilizzare l’eufrasia sottoforma di collirio da usare piu volte al giorno oppure si può preparare un decotto mettendo un cucchiaio di erba secca in una tazza di acqua.
L’ acqua con all’interno l’erba viene portata all’ebollizione una volta raffreddata e filtrata viene applicata con una garza, meglio se sterile,sugli occhi per circa venti minuti ripetendo l’applicazione due o tre volte al giorno. In alternativa gli impacchi possono essere fatti anche usando la tintura madre. Si usa cinque gocce di tintura in 150 ml di acqua.

Anche la camomilla va molto bene e si trova come l’eufrasia sottoforma di collirio oppure in anche in questo caso si può preparare il decotto, utile anche fare l’impacco mescolando le due piante insieme.

L’amamelide, Hamamelis Virginiana, per le infiammazioni oculari è preziosa per le sue proprietà decongestionanti,astringenti, e vasocostrittrici.
Questa pianta agisce riducendo il rossore dovuto all’ingrossamento dei capillari sulla superficie oculare. Anche l’amamelide si trova sottoforma di colliri.

Tra i rimedi omeopatici risulta molto utile prendere cinque granuli di eufrasia 7Ch 3/4 volte al giorno. Se ai sintomi si aggiunge anche rinite si possono associare i granuli di allium cepa 7Ch con le stesse modalità. In caso di rossore interno intenso risultano utili i granuli di belladonna. Nella fase acuta i granuli possono essere presi anche ogni due ore da diminuire al miglioramento della sintomatologia.

Eleonora Fruch

Eleonora Fruch

Farmacista. Laureata in farmacia. Ha seguito diversi corsi su medicina naturale, integratori e cosmetica, settore che più la appassiona Spensierata e attiva, ama rilassarsi con lunghe camminate in montagna.