limone

Limone: proprietà e benefici

Noto con il nome di Citrus lemon, appartenente alla famiglia delle Rutaceae, il limone è un agrume molto apprezzato per le sue numerose e benefiche proprietà e proprio per questo motivo, fin dall’antichità, veniva considerato una sorta di “panacea per tutti i mali”.
La parte più utilizzata del limone è il succo, che rappresenta fino al 50% del suo peso. Esso contiene acido citrico, che gli conferisce il tipico sapore asprigno e diversi altri acidi organici tra cui l’acido ascorbico.
In particolare, 100 grammi di prodotto contengono: 45 Kcal, 85 gr. di acqua, o,6 gr. di lipidi, 149 mg di potassio, 11 mg di calcio, 11 mg di vitamina C (71% del fabbisogno giornaliero di vitamina C per un adulto), 28 mg di magnesio.

L’alto contenuto di vitamina C conferisce al limone ottime proprietà antiossidanti, svolgendo un’importante azione contro i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e di malattie degenerative, rinforza le difese immunitarie, prevenendo i malanni di stagione.

Il limone, inoltre, ha proprietà depurative e disintossicanti e l’assunzione del succo diluito in acqua al mattino a digiuno ha effetti riequilibranti per l’intestino.

L’acidità del limone inoltre facilita la formazione di carbonato di potassio, utile contro l’acidità gastrica e facilita la digestione.

La buccia, invece, bollita per 10 minuti in acqua è un buon rimedio anche contro la nausea, meteorismo e mal di stomaco.

Meglio evitare di aggiungere il succo di limone in acqua bollente: la vitamina C è termolabile, si rischierebbe quindi di compromettere le proprietà del limone.
Viste le proprietà di questo frutto, che sono davvero innumerevoli, perché non iniziare a sfruttarle con piccoli e semplici accorgimenti quotidiani?