Biofeedback

Il  Biofeedback è una tecnica di apprendimento in cui le persone imparano a migliorare la loro salute e le loro prestazioni osservando i cambiamenti delle proprie funzioni fisiologiche in tempo reale.
E’ un metodo scientificamente provato, estremamente efficace per controllare lo stress, ridurre il livello di attivazione e realizzare un adeguato rilassamento fisiologico.

L’obiettivo è raggiungere la consapevolezza di una particolare condizione fisiologica e mettere in atto le strategie funzionali a modificarla. Attraverso il feedback, la persona impara a controllare le risposte fisiologiche normalmente considerate al di fuori del controllo volontario, come quelle dipendenti dal sistema nervoso autonomo. Con questa tecnica, si può apprendere a migliorare il controllo emotivo e la gestione dello stress. La persona raggiunge un miglioramento significativo delle capacità di autogestione avendo piena consapevolezza dell’utilizzo della respirazione funzionale e del controllo dei fattori legati allo stress (livello di attivazione/ansia, tensione muscolare, ecc.).

rak2_500

Il biofeedback può essere praticato da chiunque intenda migliorare le proprie performance e il proprio benessere. La persona, dopo una valutazione di base, inizia il suo programma di allenamento in base a protocolli individualizzati sotto la guida di uno staff di psicofisiologi professionisti.

Il percorso iniziale comincia con una valutazione (assessment) delle caratteristiche psicofisiologiche di base e prosegue con una serie di sedute di training che consentono di migliorare la consapevolezza e il controllo delle principali risposte derivanti da situazioni stressanti. Ciò favorisce una riduzione del carico negativo dello stress e un miglioramento della performance professionale. La persona impara a gestire pensieri intrusivi e preoccupazioni, indirizzandosi verso una condizione di maggior presenza, attenzione e concentrazione. Il percorso termina con un secondo assessment finalizzato a valutare i miglioramenti ottenuti.

L’assessment iniziale permette di calibrare le attività del training in funzione delle caratteristiche personali. Il confronto con l’assessment finale consente di valutare i miglioramenti ottenuti nelle capacità di gestione dello stress.