inverno-verdure-stagione

Verdure d’inverno

Anche se per molte piante l’inverno è un momento di riposo vegetativo, non è detto che l’orto rimanga vuoto durante i mesi freddi; infatti a molte verdure giova un poco di gelo, che ne migliora le qualità organolettiche e spesso anche il sapore.

Le verdure rappresentano ad ogni stagione un alimento completo oltre che un’ottima fonte di vitamine, fibre e sali minerali, a patto che si tratti di verdure di stagione. Ecco i diversi motivi per cui scegliere le verdure di stagione:

tavola-insalate

La qualità

Dal momento della raccolta, la verdura inizia a subire processi di ossidazione che possono alterare i valori nutritivi dell’alimento stesso. Inoltre per combattere i parassiti vengono utilizzati più pesticidi se il clima non è favorevole.
Le piante che vengono “costrette” a crescere in periodi diversi dalla loro normale stagione, infatti, risultano indebolite e sono più facilmente preda di insetti indesiderati.

Il gusto

se cambiano le proprietà organolettiche, cambieranno anche sapore, gusto e profumo.

Impatto ambientale

il pomodoro coltivato in inverno ha un costo ambientale elevatissimo, per farli crescere servono grandi serre riscaldate e illuminate utilizzando molto spesso energie non rinnovabili. Se, invece, arrivano da altri Paesi, l’impatto ambientale rimane comunque alto per l’inquinamento dato dai trasporti.

Il costo

dato che gli ortaggi di stagione non hanno bisogno di serre, non si consuma energia aggiuntiva per farli crescere e maturare. Se poi scegliamo prodotti a km zero, il risparmio è ancora maggiore, perché abbatteremo anche i costi di trasporto.

Quali verdure scegliere in inverno?

Si, quindi, a cavoli, ricchi di vitamine (A, B1, B2, B9, e C) e di minerali come fosforo, calcio, ferro, potassio e magnesio; carciofi che favoriscono la digestione, la diuresi e sono ricchi di ferro; finocchi noti per le proprietà digestive e depurative e a tutte le altre verdure di stagione.

finocchio-stagione-inverno